L’Agcom misura la velocità di connessione

Velocità connessione

Velocità connessione

Nel momento in cui si stipula un contratto per poter navigare in internet attraverso l’adsl uno degli aspetti che si trova tra le clausole è la velocità massima che è possibile raggiungere, anche se non sempre poi nei fatti questo si verifica visto che bisogna poi tenere presente altre variabili come la reale copertura presente nella zona in cui ci si sta collegando in rete.

Ora però sarà possibile misurare realmente la velocità di connessione che si è in grado di raggiungere in un dato momento grazie a un servizio gratuito che verrà messo a disposizione degli utenti da parte dell’Agcom, l’Autorità Garante per le Comunicazioni che attraverso uno strumento chiamato “Misura Internet” permetterà di valutare la qualità della connessione internet che viene effettuata da una connessione fissa, ma a differenza di mezzi simili che vengono messi a disposizione da altri canali in questo caso il risultato che verrà ottenuto avrà valore legale.

Nel caso in cui l’utente riuscirà a verificare che la velocità di navigazione sarà inferiore rispetto a quanto previsto dal contratto con l’operatore questo dato costituirà una prova di un’inadempienza rispetto al servizio che si sarebbe dovuto garantire e per questo è possibile sporgere un reclamo perchè non vengono raggiunti nemmeno i livelli minimi di velocità e nel caso in cui il problema non venga risolto sarà possibile richiedere un recesso senza il pagamento di alcune penali. Il risultato della misurazione dovrà quindi essere accettato da parte di tutti gli operatori che hanno accettato questo accordo e poter effettuare questa procedura sarà molto semplice perchè basterà registrarsi gratuitamente presso il sito www.misurainternet.it, entrare nell’area personale, inserire il sistema che si sta utilizzando e quindi attendere che il calcolo venga effettuato.

Per fare in modo che le misurazioni abbiano valore legale sarà però necessario che venga effettuato un test all’ora nell’arco di una giornata in modo da avere un parametro il più possibile attendibile e dopo avere ottenuto il risultato sarà possibile confrontarlo con gli standard promessi dall’operatore di cui si è cliente e trarre quindi le opportune conclusioni su ogni eventuale disservizio.

Immagine tratta dal sito www.gekissimo.net

  • Share/Bookmark

Articoli simili

Leave a Reply